Nuova Virtus Cesena - BSL San Lazzaro 62-70


Nuova Virtus Cesena: Koral 10, Clementi 13, Gurrà 10, Sabbatani 0, Zoffoli 2, Battistini 6, Gori 9, Bertozzi, Nanni, Girelli 4, Bozzi 3, Sampieri. All. Lisoni, ass. Andreoli.

 

BSL Elettromarketing: Colli 16, Talarico 13, Vettore 10, Mosconi 10, Righi 6, Averto 5, Grassi 4, Villa 4, Grandi 2, Trombetti, Ruffini. All. Dalè, ass.ti Gori e Rocco di Torrepadula.  

 

Parziali: 20-20; 29-39; 42-54; 62-70.

 

La BSL Elettromarketing chiude con un successo esterno la prima fase del campionato di Serie B femminile: nella prima uscita del 2023, infatti, le biancoverdi hanno sbancato Cesena superando 70-62 la Nuova Virtus padrona di casa. Un successo – come sottolineato anche da coach Dalè nel postpartita – a cui la BSL teneva tanto per chiudere al meglio la prima parte di stagione e che è maturato con una prestazione di carattere. L’Elettromarketing ha preso in mano il controllo del match nel secondo quarto (+10 a metà gara) e poi nella ripresa è riuscita a tenere a freno i generosi tentativi di rimonta delle cesenati. Sugli scudi Giulia Colli con 16 punti e Carla Talarico con 13 – autrici di canestri pesanti nel finale – ma anche Maria Sole Vettore e Allegra Mosconi che hanno raggiunto la doppia cifra.

 

La BSL, con gli ingressi di Averto e Mosconi a metà del primo quarto, è riuscita a raddrizzare un avvio di gara in salita, nel quale non ha trovato ritmo in attacco e ha subito troppi contropiedi. Dopo il suono della prima sirena che ha sancito la parità al termine della frazione d’apertura (20-20), è arrivato il vero cambio di passo dell’Elettromarketing, partito da una difesa che ha alternato lo schieramento a uomo a quello a zona e che ha dato l’impulso per scappare a +10 all’intervallo lungo (29-39). Cesena non ha però mai mollato la presa e, trascinata dalla capitana Gurrà e da Clementi, ha cercato di risalire la china spingendosi fino al -5 a meno di 3’ dalla fine. A respingere l’ultimo assalto e a consentire alla BSL di mettere in ghiaccio il successo ci hanno a quel punto pensato Carla Talarico e Giulia Colli con due sigilli pesanti.

 

Matteo Airoldi - Ufficio Stampa BSL San Lazzaro